}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

giugno 07, 2014

Pere sciroppate farcite al mascarpone.

Ingredienti: per 6 persone

    6 pere ruggini
    zucchero semolato g 500
    crema inglese alla vaniglia g 300
    ricotta g 250
    mascarpone g 125
    cioccolato fondente g 70
    zucchero a velo g 50

    Tutte le specie di pere, benché come abbiamo visto siano veramente tante, vantano numerose proprietà benefiche: la pera è molto ricca di fibra ( soprattutto nella buccia ), la pectina in particolare che, una volta assunta ed essendo questa solubile, forma una sostanza viscosa che ha la proprietà di legarsi al colesterolo cattivo presente nel nostro organismo che viene così espulso più facilmente attraverso le feci.


    pere sciroppate farcite al mascarpone

Preparazione: 20’

  • Sbucciate le pere, sistematele in piedi, in una casseruola nella quale verserete anche un litro di acqua e lo zucchero semolato.
  • Cuocetele per 10' a fuoco medio, poi spegnete, lasciatele raffreddare nello sciroppo e, fredde, fatele sgocciolare su una gratella.
  • Al momento di servire, scavate le pere dal basso, togliendo parte della polpa, e riempitele con un composto preparato amalgamando la ricotta, il mascarpone, il cioccolato tagliuzzato e lo zucchero a velo (per farcirle più facilmente usate la siringa da pasticcere).
  • Con la farcia che rimane, formate delle palline che serviranno come guarnizione e accompagnamento delle pere che vanno servite su un velo di crema inglese. A piacere, completate con savoiardi morbidi.

 

Quanto nutre una porzione: 739 calorie

 

Vino consigliato: Moscato D'Asti spumante.

moscato-asti_docgIl vino da dessert per antonomasia, frutto di quelle uve che arrivarono in zona nella notte dei tempi, con tutta probabilità prima della dominazione romana che risale al 173 a.C. Un vino aromatico di grande storia e tradizione, bevanda tra le più piacevoli e solleticante non solo in abbinamento ai dolci, ma in tutte le ore del giorno.

Zona di produzione e storia.

La zona di produzione del vino "Asti spumante" e "Moscato d'Asti" è compresa nei territori di 52 Comuni delle province di Asti, Cuneo e Alessandria.
Prodotto quasi esclusivamente da aziende di dimensioni medio piccole o da cantine cooperative che trasformano solamente le uve dei propri vigneti, il Moscato d'Asti ha raggiunto livelli qualitativi straordinari grazie alla diffusione della moderna tecnologia enologica, in particolare quella del freddo, che ha consentito di mantenere nel vino gli aromi ed i sapori del frutto e, nello stesso tempo, di stabilizzare il prodotto permettendone la conservazione ed il trasporto.

Storia, tradizione, dedizione imprenditorialità geniale, applicazione e ricerca continua lo mantengono prezioso esaltandone le peculiari caratteristiche.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook