}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

giugno 15, 2014

Mele in pastella con zabaione alla cannella.

Ingredienti: per 4 persone

    2 mele
    farina bianca g 100
    latte g 100
    un uovo intero e 3 tuorli
    cioccolato fondente g 50
    zucchero semolato g 50
    Porto
    cannella in polvere
    vaniglia olio per friggere
    sale

    Il porto, o vino di porto, è un vino liquoroso portoghese prodotto esclusivamente da uve provenienti dalla regione del Douro, nel nord del Portogallo, sita a circa 100 chilometri a est della città di Oporto.
    mele in pastella con zabaione alla cannella

Preparazione: 30’

  • Mescolate, in una ciotola, 2 tuorli con la farina e un pizzichino di sale.
  • Stemperate con il latte e, infine, unite l'albume montato in neve ben ferma.
  • Sbucciate e detorsolate le mele, quindi tagliate ognuna in 8 pezzi.
  • Tuffateli nella pastella, rivestiteli bene e friggeteli in abbondante olio bollente.
  • Scolateli e fateli asciugare su carta assorbente, tenendoli in caldo.
  • Appoggiate su una pentola con acqua in ebollizione una ciotolina e, con una frusta, montate in questa gli altri 2 tuorli con lo zucchero, ottenendo uno zabaione gonfio e spumoso.
  • Completatelo con un bicchierino di Porto.
  • Servite immediatamente le frittelle guarnite con cioccolato fuso, lo zabaione cosparso di cannella e, a piacere, con baccelli di vaniglia.

 

Quanto nutre una porzione: 371 calorie

 

Vino consigliato: Vino dolce, passito o vendemmia tardiva, caldo di alcol, fresco di acidità, profumato: Recioto di Gambellara, Colli Orientali del Friuli Ramandolo, Moscato di Noto.

gambellara-recioto

Il Recioto di Gambellara è un vino DOCG la cui produzione è consentita nella fascia limitrofa ad ovest della provincia di Vicenza

Zona di produzione e storia

Zona di produzione: colli ovest della provincia di Vicenza. Riconoscimento nel 2008.
Del Recioto non sono incerte solo le origini, ma pure il nome: alcuni lo fanno risalire la passito denominato Reticio menzionato sia da Virgilio che da Plinio il Vecchio. Non è da escludere neppure la radice latina Racemus, grappolo, visto che nel Medio Evo è frequente indicare con Recis i grappoli spiccati dalla vite ed appesi ad asciugare per la conservazione. Altra ipotesi è che il termine Recioto derivi da quello veneto "recia", che significa orecchio, e con il quale si fa riferimento alla parte più alta del grappolo, ovvero quella contenente il succo migliore.

Abbinamenti e temperatura di servizio.

Il Recioto di Gambellara si abbina bene a dolci (esclusi quelli al cioccolato), gelati, zabaione e biscotti di tutti i tipi. Temeratura di servizio 10°C.
Il Recioto Spumante di Gambellara Classico è un vino da dessert; va servito a 8°C.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook