}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

gennaio 08, 2014

Gaufre tipica del nord con prugne e panna.

Ingredienti: per 6 persone

Pastella:
farina g 200
burro g 175
zucchero g 175
latte g 60
3 uova
vanillina
sale

Per servire:
24 prugne secche, snocciolate
panna montata g 300
zucchero semolato e a velo
cannella

Gaufre tipica del nord con prugne e panna

Preparazione: 60’

  • Pastella: dopo aver fuso il burro con lo zucchero, raccoglietelo in una ciotola e amalgamatelo con la farina, una bustina di vanillina, il latte e i tuorli delle uova, lavorando bene l'impasto.
  • Montate gli albumi in neve ben soda con un pizzichino di sale poi incorporateli all'impasto: dovrete ottenere una pastella consistente che lascerete riposare coperta per 30' circa.
  • Mettete un mestolino di pastella al centro di un ferro da gaufre ben caldo e cuocetela per 5'-6', rigirando spesso il ferro sul fuoco.
  • Staccate la gaufre quando sarà ben dorata e preparatene altre fino ad esaurimento della pastella: si possono conservare anche una settimana in una scatola di latta.
  • Servire: cuocete le prugne in uno sciroppo di acqua e zucchero, quindi sminuzzatele e mescolatene una parte con la panna montata montata.
  • Tagliate ogni gaufre a metà e preparate dei "biscotti" farciti con la panna.
  • Serviteli con le prugne rimaste, il loro sciroppo e una spolveratina di cannella e zucchero a velo.

Quanto nutre una porzione: 849 calorie.

 

Vino consigliato: Alto Adige Moscato rosa

alto adige moscato rosa

L' Alto Adige Moscato Rosa è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia autonoma di Bolzano.

Questo vino dolce o da dessert può essere considerato un unicum nel panorama enologico. Dato che l'uva ha un alto livello di colatura ed una bassa allegagione, la resa risulta molto bassa, limitandosi a 500-1000 litri di vino per ettaro. I grappoli del moscato rosa non devono essere attaccati dalla muffa grigia (botrytis cinerea), bensì appassire come fossero uva sultanina. Questo è possibile favorendo l'appassimento dei grappoli sul ceppo, oppure messi al riparo in locali areati, appesi al soffitto, o disposti su tavole. Alcuni mesi più tardi, nel periodo natalizio, l'uva viene quindi torchiata ed il succo ottenuto manifesta una concentrazione zuccherina del 35-40%.

Dopo un periodo di fermentazione (6 mesi circa) contraddistinto da una gradazione alcolica pari al 13-14% del volume, il vino comincia ad armonizzarsi. La quantità degli zuccheri residui si colloca tra i 90 e i 130 grammi per litro. Il colore del moscato rosa è rosso rubino chiaro fino a raggiungere riflessi ramati, il bouquet ricorda intensamente la rosa. Il vino è denso, la dolcezza ricca e concentrata, un vino espressivo e molto persistente.

Abbinamenti:

dessert ai frutti rossi, pasticceria secca, dolci alla ricotta, crostate ai frutti di bosco, krapfen, strüdel ai semi di papavero.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1 commento:

  1. La gaufre, altrimenti nota come waffle o waffel, è un dolce a cialda, croccante fuori e morbido internamente, cotto su doppie piastre roventi che gli conferisce il caratteristico aspetto goffrato: cioè una superficie a grata

    RispondiElimina

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook