tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

maggio 20, 2015

Cucciddati dolci particolarmente buoni e profumati.

  • Ingredienti:

Per la pasta:

    1 kg di farina
    250 g di lardo
    200 g di zucchero

Per il ripieno:

    500 g di fichi secchi
    250 g di mandorle sgusciate e pelate
    250 g d'uva passa
    cacao in polvere amaro
    miele
    cannella
    2 tuorli d'uovo

 

Le origini della mandorla si trovano nell’Asia minore: lo testimonia la ricchezza delle ricette a base di questo profumatissimo frutto.

L’uso a scopi alimentari si è diffuso presto in tutto il bacino dell’area mediterranea fin dai tempi antichi: in Italia le mandorle regalano vere e proprie perle gastronomiche come confetti, biscotti, pasticcini, marzapane.

Cucciddati

Preparazione: 60’

  • Con la farina, lo strutto, lo zucchero e con un poco d’acqua preparare una pasta piuttosto morbida e compatta e metterla a riposare.
  • A parte, tritare finemente le mandorle, i fichi secchi e l’uva passa, amalgamandoli con un po’ di miele e un po’ di cannella pestata.
  • Aggiungere qualche cucchiaiata di cacao amaro in polvere e porre il composto a cuocere in una pentola, sul fuoco molto basso, mescolando continuamente per ottenere un impasto omogeneo.
  • Porre a raffreddare il ripieno così preparato, quindi ricavarne dei rotoli di circa 4 cm di diametro.
  • Spianare la pasta, riducendola in strisce rettangolari della larghezza di circa 6 cm e dello spessore di qualche millimetro.
  • Collocarvi sopra i rotoli di ripieno, rimboccando per chiudere il composto.
  • Ritagliare all’altezza di circa 20 centimetri e unire le due estremità: si otterranno così delle ciambelle.
  • Praticare su di esse delle incisioni con la punta di un coltello che permetteranno al vapore di fuoriuscire, durante la cottura.
  • Spennellare con l’uovo sbattuto e porli su una teglia unta, in forno moderato, per 20 minuti circa finché saranno ben dorati.
  • Servire indifferentemente caldi o freddi.

Se ti è piaciuta la ricetta iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1 commento:

  1. Le origini di questo dolce sono molto antiche,la parola deriva dal latino Buccellatum, ossia boccone o sbocconcellato.Generalmente, come nelle più antiche tradizioni popolari,queste ricette vengono tramandate da madre in figlia.Nei giorni precedenti le feste natalizie, si usa riunirsi nelle case per realizzare chili....sì chili! di questi deliziosi biscotti, da regalare a amici e parenti e da mettere in tavola dopo i luculliani pranzi festivi.Oggi si trovano buccellati di tutte le forme e le misure, a ciambella, a fiore,a biscottino, a salsicciotto,ma in qualsiasi forma il gusto non cambia ed è davvero un piacere mangiarli!

    RispondiElimina

Random Posts

Il Mondo dei Dolce in Google+

Mi Ping en TotalPing.com Top blogs di ricette Questo sito è segnalato da Akkiapparicette food bloggermania

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook