}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

luglio 21, 2013

Polenta dolce con lamponi.

polenta dolce con lamponi

Ricetta per persone n.
4
Ingredienti:
270 g di farina di granturco
100 g di lamponi freschi
70 g di zucchero
60 g di burro

Preparazione: 30’  + 90’ di cottura.

  • Portate a ebollizione in una pentola capiente 1 l di acqua, unite 3 cucchiai di zucchero, quindi versate a pioggia la farina di granturco.
  • Mescolate bene con una frusta e poi con un cucchiaio di legno, schiacciando i grumi contro il bordo della pentola.
  • Proseguite la cottura della polenta per 1 ora e 15 minuti, mescolando in continuazione, fino a quando si staccherà facilmente dalle pareti del recipiente.
  • Togliete la polenta dal fuoco e stendetela sulla spianatoia inumidita o sul piano di marmo.
  • Con un tagliapasta rotondo o un bicchiere capovolto formate tanti dischi, bagnando via via il bordo del tagliapasta o del bicchiere.
  • In una padella larga fate sciogliere il burro, adagiatevi i dischetti di polenta e cospargeteli con lo zucchero restante. Fateli cuocere a fuoco vivo per 10 minuti, girandoli a metà cottura.
  • Mondate i lamponi privandoli del picciolo, lavateli delicatamente e asciugateli. Distribuite i dischi di polenta sui piatti da dessert, completate con i lamponi e servite.

garda frizzante
La Riviera del Garda Bresciano, o Garda Bresciano, è forse la più ampia zona vitivinicola DOC della Lombardia. L’area comprende le colline che circondano la sponda occidentale e meridionale del Lago di Garda. Le viti crescono su appezzamenti collinari e pedecollinari ad altitudini non superiori a 350 metri, con esclusione dei terreni pianeggianti e umidi. Attualmente i vigneti gardesani sono concentrati soprattutto in Valtenesi, la distesa di colline che si sviluppa alle spalle della costa sudoccidentale del Garda, a sud di Salò, e che comprende i comuni gardesi di Moniga, Manerba, Puegnago, Polpenazze, San Felice, Soiano, e Padenghe. Il vino di maggior spicco della DOC Riviera del Garda Bresciano è il Chiaretto, che è per antonomasia il vino rosato della Lombardia. Nasce da un uvaggio che comprende i vitigni Groppello (30-60%), Sangiovese (10-25%), Barbera (10-20%), Marzemino (5-15%) ed eventualmente altre uve a bacca nera (massimo 10%).
La vinificazione prevede un breve periodo di macerazione del mosto sulle bucce perché il vino assuma il caratteristico colore di ciliegia. Se il vino è dotato di una gradazione minima di 12% ed è stato invecchiato per almeno 14 mesi ha diritto alla specifica Superiore. Con gli stessi vitigni del Chiaretto viene prodotto il Riviera del Garda Bresciano Spumante Rosé DOC, con gradazione alcolica minima 11,5%.] La Riviera del Garda Bresciano, o Garda Bresciano, è forse la più ampia zona vitivinicola DOC della Lombardia. L’area comprende le colline che circondano la sponda occidentale e meridionale del Lago di Garda. Le viti crescono su appezzamenti collinari e pedecollinari ad altitudini non superiori a 350 metri, con esclusione dei terreni pianeggianti e umidi. Attualmente i vigneti gardesani sono concentrati soprattutto in Valtenesi, la distesa di colline che si sviluppa alle spalle della costa sudoccidentale del Garda, a sud di Salò, e che comprende i comuni gardesi di Moniga, Manerba, Puegnago, Polpenazze, San Felice, Soiano, e Padenghe.
Il vino di maggior spicco della DOC Riviera del Garda Bresciano è il Chiaretto, che è per antonomasia il vino rosato della Lombardia. Nasce da un uvaggio che comprende i vitigni Groppello (30-60%), Sangiovese (10-25%), Barbera (10-20%), Marzemino (5-15%) ed eventualmente altre uve a bacca nera (massimo 10%). La vinificazione prevede un breve periodo di macerazione del mosto sulle bucce perché il vino assuma il caratteristico colore di ciliegia. Se il vino è dotato di una gradazione minima di 12% ed è stato invecchiato per almeno 14 mesi ha diritto alla specifica Superiore. Con gli stessi vitigni del Chiaretto viene prodotto il Riviera del Garda Bresciano Spumante Rosé DOC, con gradazione alcolica minima 11,5%.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo m

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook