}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

dicembre 03, 2013

Albero di Natale di pan brioche.

La tradizione dei dolci di Natale è talmente varia in Italia che, da nord a sud, sono presenti una miriade di  dolci tutti diversi e deliziosi: il torrone, il panettone, il croccante, il pandoro, gli struffoli..sono solo alcuni dei dolci di Natale più conosciuti ed apprezzati.

Se anche tu sei alla ricerca del perfetto dolce di Natale per impreziosire ed allietare la tua tavola delle feste, sei nel posto giusto.

In questa sezione troverai tantissimi dolci di Natale, dai più tradizionali ai più fantasiosi, per stupire i tuoi ospiti durante le feste.

Molti di questi dolci di Natale possono diventare delle graditissime idee regalo a tema culinario per fare la felicità di golosi e buongustai.

Scopri tutte le gustose ricette di Dolci e dessert per Natale facili da preparare e ottime in ogni occasione con la cucina di Il Mondo dei Dolci.

Ingredienti: per 12 persone

panna fresca g 400
farina, circa g 400
burro g 60
zucchero semolato g 60
lievito di birra g 18
4 tuorli e un uovo
miele
vanillina
zucchero a velo
meringhette
arancia
essenza di arancia
Grand Marnier
sale
burro e farina per lo stampo

albero di natale di pan brioche
Preparazione: 120’

  • Preparate la brioche: sciogliete g 15 di lievito e un pizzichino di sale in g 50 d'acqua tiepida.
  • Raccogliete nella ciotola dell'impastatrice g 80 di farina e il lievito sciolto; lavorate con la frusta a gancio per ottenere un panetto molto morbido.
  • Incidetelo con un taglio a croce e lasciatelo nella ciotola, a lievitare in luogo tiepido (circa 28°), finché sarà raddoppiato di volume, quindi aggiungete la restante farina (g 320), il burro morbido, i tuorli, l'uovo, un cucchiaio di miele, lo zucchero, una bustina di vanillina e il lievito rimasto (g 3) sbriciolato.
  • Avviate l'apparecchio e lavorate questo impasto finché sarà molto elastico e morbido (eventualmente aggiungete un paio di cucchiai d'acqua tiepida).
  • Lasciatelo lievitare per 3-4 ore, quindi lavoratelo brevemente formando una palla che deporrete in uno stampo da pandoro, ben imburrato e infarinato.
  • Fate lievitare per la terza volta, finché la pasta avrà quasi riempito lo stampo, quindi infornate a 175° per circa un'ora.
  • Allora sfornatela e lasciatela raffreddare.
  • Al momento di costruire l'albero di Natale, montate la panna, aromatizzatela con poche gocce di essenza di arancia e un cucchiaio di Grand Marnier, quindi coloratene circa la quinta parte con alcune gocce di succo d'arancia rossa.
  • Tagliate la brioche (che assomiglierà a un pandoro) in 8 fette orizzontali di circa mezzo centimetro di spessore, in modo che vi resti una base piuttosto alta che sistemerete nel piatto da portata.
  • Spalmatela con parte della panna montata e appoggiatevi sopra le 8 fette, ricoperte di panna, disponendole una sull'altra, ma con le punte sfalsate (per creare l'effetto albero).
  • Decorate l'albero con le palline (meringhette), i fili dorati (la panna colorata usata con un cornetto per decorare) e la neve (una spolveratina di zucchero a velo).
  • Volendo, guarnite il piatto con uva brinata, ciuffi di panna e arancia candita.

Quanto nutre una porzione: 298 calorie.

Vino consigliato: Torgiano dolce spumante

torgiano-spumante-doc-L-VNPdXm

Il Torgiano DOC è un vino tipico dell’Umbria. L’area di produzione interessa la zona delimitata dal fiume Chiascio e dal Tevere.

Il nome Torgiano deriva da una contrazione di “Torre di Giano”, struttura che si erge in questo delizioso borgo ancora intatto. Giano, secondo una leggenda, non sarebbe altri che il biblico Noè, fermatosi dopo il diluvio universale proprio sulla riva sinistra del Tevere.

La viticoltura qui ha origini molto antiche, e lo testimonia lo stemma del Comune di Torgiano, che riporta, accanto alla torre, alcuni grappoli d’uva.

Colore: chiaro
Gradazione indicativa: 11%
Profumo: intenso
Temperatura di servizio: 9 C°
Abbinamento a piatti: a tutto pasto, prodotti tipici locali

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook