}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

dicembre 21, 2011

I Cantucci rappresentano una delle migliori espressioni della biscotteria toscana.

I cantucci rappresentano una delle migliori espressioni della biscotteria toscana, ma non solo toscana, italiana.

La loro origine e storia non è così certa e chiara come si potrebbe pensare e lo stesso si può dire della ricetta che nel tempo ha subito non poche rivisitazioni.

Qualche nota storica però c’è: l’Accademia della Crusca nel 1691 ne diede la seguente definizione "biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d'uovo". A quel tempo i più famosi cantucci erano prodotti a Pisa e non contenevano mandorle che comparvero solo in un secondo momento in alcune varianti, quali i "biscottelli" dell'epoca di Caterina de' Medici, dalla seconda metà dell’800 però la mandorla divenne l’ingrediente caratterizzante dei cantucci.

La prima ricetta documentata è un manoscritto, conservato nell'archivio di stato di Prato, di Amadio Baldanzi, un erudito pratese del XVIII secolo.

Nel XIX secolo Antonio Mattei, pasticciere di Prato, ne mise a punto una ricetta divenuta poi classica, che gli valse numerosi premi in Italia e all'estero.

Ancora oggi, se vi trovate a Prato, potrete trovare il biscottificio Mattei considerato il depositario degli autentici cantucci.

Oggi i cantucci si trovano in qualsiasi angolo della toscana (e del mondo) e in ogni città potrete gustarne una variante diversa: chi usa il burro, chi usa l’olio, chi tosta le mandorle, chi aggiunge buccia di limone o i semi di anice... anche la tecnica e i tempi di cottura influiscono sul risultato finale, insomma questo buonissimo biscotto, semplice negli ingredienti ma ricco nel gusto, si presta a numerose interpretazioni.

Qui vi proponiamo una ricetta facile ma dal successo garantito, provatela e soprattutto accompagnatela da dell’ottimo Vin Santo, eccola..

  • Ingredienti: 

250 gr farina
200 gr zucchero
200 gr mandorle (con la buccia e tostate in forno)
una bustina di vanillina
2 uova intere
2 cucchiaini di lievito per dolci


Preparazione:

  • La prima cosa da fare è preparare le mandorle: fatele tostare sulla placca del forno per 10 minuti a 180°, appena iniziano a emanare il profumo caratteristico toglietele dal forno e fatele raffreddare 5 minuti, poi tagliatele grossolanamente con un coltello.
  • In una ciotola mettete farina, lievito, zucchero, vanillina, aggiungete le due uova e iniziate a impastare con una forchetta che poi abbandonerete per usare le mani: create velocemente un panetto omogeneo a cui ammalgamare le mandorle.
  • Ora dividete l’impasto ottenuto in tre parti e con ognuna create un filoncino, leggermente appiattito che metterete sulla placca del forno ricoperta di carta forno.
  • Infornate a 180° per circa 15 minuti, quando sono leggermente dorati estraeteli e fateli raffreddare 5 minuti.
  • Tagliate ogni filone in tanti biscotti della larghezza di circa 1 cm e rimetteteli a cuocere sottosopra per altri 10 minuti (a seconda che li si voglia più o meno croccanti si può variare la durata della cottura finale.
  • Tenete comunque presente che quando li sfornerete, raffreddandosi diventeranno più duri).
  • Una variante consigliata è l’aggiunta all’impasto della buccia di mezzo limone: donerà ai biscotti un sapore più elegante e raffinato.
  • Questi cantucci si conservano a lungo dentro una scatola e farete un figurone se li userete come omaggio natalizio confezionandoli in sacchetini trasparenti chiusi con un nastro.

Altre ricette che ti potrebbero interessare:



Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:




Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo m

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook