}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

ottobre 25, 2010

Biscotti al cioccolato.




  • Ingredienti: per 4 persone.

100 g di cioccolato fondente
60 g di burro
55 g di zucchero
1 uovo
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
120 g di farina bianca 00
15 g di cacao amaro in polvere
1 pizzico di lievito in polvere
35 g di zucchero a velo
sale

Preparazione: 20' + 30 minuti di cottura.

  • Spezzettate il cioccolato e fatelo sciogliere in una casseruola a fuoco moderato con 50 g di burro mescolando bene.
  • Togliete dal fuoco, unite lo zucchero e continuate a lavorare per qualche minuto.
  • Aggiungete l'uovo e l'essenza di vaniglia.
  • A parte setacciate insieme 110 g di farina, il cacao, il lievito e un pizzico di sale.
  • Versate questo composto nel cioccolato e amalgamate bene il tutto.
  • Preriscaldate il forno a 160°C.
  • Con la farina e il burro restante ungete e infarinate la placca da forno.
  • Con l'utensile per servire il gelato o con un cucchiaio, preparate delle piccole palline con l'impasto e passatele nello zucchero a velo.
  • Servendovi di un mestolo forato.
  • Fate cadere lo zucchero in eccesso e disponete i biscottini sulla placca, ben distanziati l'uno dall'altro.
  • Cuocete in forno per 20 minuti.
  • Quando la superficie risultera appena solida al tatto sfornate e fate raffreddare per qualche minuto.
  • Aiutandovi con una spatola, staccate i biscotti dalla placca.
  • Prima di servirli metteteli su una gratella a raffreddare completamente.

Quanto nutre una porzione: 85 calorie.


Vino consigliato: Vin Santo di Toscana.



Vin Santo, un nome famoso nell'enologia italiana, un prodotto che ha radici e origini lontane, da sempre creato con tecniche empiriche tramandate oralmente da padre a figlio, come una preziosa eredità.

Il Vin Santo è un antico vino a colore ambrato più o meno carico, che per le sue particolari caratteristiche organolettiche diverse da quelle dei vini bianchi generalmente adatti ad antipasti, carni bianche e da pesce, viene invece consumato come dessert quando ha caratteristiche dolci e, potrebbe persino essere impiegato come aperitivo quando si presenta secco.

Nell'enologia toscana occupa un posto importante e di grande prestigio sin dal Medio Evo.

arlando, appartiene alla classificazione dei vini appassiti, come si dice volgarmente in Alta Italia, o vini di " paglia" come si usa dire in altre regioni perché le uve con cui si producono, oltre che sulle stuoie o appese alle "penzane" possono essere tenute ad appassire sulla paglia.


Il D.P.R del 5 Dicembre 1990 riconosce la Denominazione di Origine Controllata dei vini "Colli dell'Etruria Centrale" (rosso, rosato, bianco e Vin Santo).

Il disciplinare di produzione della D.O.C. "Colli dell'Etruria Centrale" Vin Santo prevede:

- Composizione ampelografica:
* Trebbiano toscano almeno 50%;
* Malvasia del Chianti fino al 5%;
* Pinot bianco o grigio, Chardonnay, Sauvignon, complessivamente dal 10 al 45%.in Santo, un nome famoso nell'enologia italiana, un prodotto che ha radici e origini lontane, da sempre creato con tecniche empiriche tramandate oralmente da padre a figlio, come una preziosa eredità.





Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Nessun commento:

Posta un commento

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook