}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

giugno 27, 2018

Curiosità, origini e caratteristiche del gelato, il più famoso dei dolci italiani.

Un modo piacevole per rifuggire la calura e la sensazione estenuante data dall’afa è probabilmente quello di mangiare un buon gelato.

Le gelaterie offrono una notevole quantità di gusti e molte e discordi appaiono le opinioni su quale sia il miglior gelato proposto sul mercato, come sia fatto, quali siano le materie con cui lo si produce.

Qual è, tuttavia, l’origine del gelato? Chi è stato l’inventore che ha reso questo incredibile servizio all’umanità?

Dopo aver fatto una rapida ricerca in internet ho trovato qualche notizia interessante che mi piace sottoporre all’attenzione di chi legge.

Fin dall’antichità l’uso di refrigerare frutta e sostanze dolci era assai diffuso, specialmente in Oriente.
Qual è l’origine del gelato?

Storia del gelato.


Gli antichi Romani potevano attingere alle riserve nevose dell’Etna e del Vesuvio per poter preparare gustosi sorbetti: secondo Plinio il Vecchio, per prepararne mescolavano ghiaccio tritato, miele e frutta, creando così una sorta di crema dolce e gustosa.



Durante il Medioevo, tuttavia, le invasioni barbariche e i lunghi periodi di guerre che si susseguirono fecero cadere in disuso in Occidente questa dolce abitudine e solo gli Arabi l’hanno reintrodotta successivamente in Sicilia.

Il vero inventore del gelato.


Chi sia stato, tuttavia, il vero inventore del gelato non è facile da stabilirsi: è noto che l’architetto fiorentino Buontalenti (che sembra sia stato anche l’inventore di una delle prime macchine per fare il gelato) si dilettasse di cucina e riuscisse a creare fantastici ed elaborati dolci di ghiaccio amalgamando crema e anche frutta.

Non a caso tutt’oggi in quasi tutte le gelaterie fiorentine è possibile assaggiare la deliziosa crema Buontalenti. Inoltre tale Ruggeri, secondo alcuni pollivendolo, secondo altri macellaio, si dice che abbia partecipato a un concorso indetto da Caterina de’ Medici per il piatto più originale.
Curiosità, origini e caratteristiche del gelato, il più famoso dei dolci italiani.Twitta
Il Ruggeri riuscì a guadagnarsi il primo premio e anche una notevole fama tramite una composta di frutta, ghiaccio e zucchero: tale fu il plauso che ne ricevette da essere costretto a riproporlo anche alla corte di Francia.

Infine è opportuno ricordare anche il nome di Francesco Procopio dei Coltelli, che nel 1686 aprì a Parigi il Café de Procope dove propose delle “acque gelate” di frutta, crema gelato dal composto particolarmente omogeneo.

La nascita del Cono.

Un gelataio cadorino Italo Marchioni nel 1903 inventò il cono gelato.

Risale circa al 1884 una delle maggiormente note rivendite commerciali di gelato italiane, realizzato tramite raffreddamento di gelato, zucchero e grossi mastelli di "salamoia", che cominciò la propria attività a Torino.

Era l'inizio della gelateria Pepino che ancora oggi produce gelati nel capoluogo piemontese. Tale rivendita fu certamente la prima nel nord Italia a portare il gelato a un livello popolare e l'unica a potersi fregiare dei Brevetti di Fornitore di Casa Reale.

Tra le varie scuole che si sono distinte nel tempo nella fabbricazione ed esportazione all'estero della cultura italiana del gelato merita citazione quella veneta, in particolare quella della Val di Zoldo, del Cadore della provincia di Belluno, che ha saputo farsi apprezzare in tutto il mondo.



In particolare un gelataio cadorino Italo Marchioni nel 1903 inventò il cono gelato, ovvero un contenitore fatto di cialda con la parte aperta verso l'alto da riempire con il gelato (a palline o con una spatola), contribuendo con questa innovazione ad incrementare la popolarità e la diffusione del gelato italiano.

5 Ricette con dolci gelati.


Gelato di cocomero.





2 commenti:

  1. Una delle principali tradizioni dolciarie dell’Italia, che la rende famosa in tutto il mondo insieme agli altri settori dell’arte culinaria, è il gelato. Per garantirne l’eccellenza è però necessario prepararlo utilizzando materie prime di qualità e seguire metodi di lavorazione accurati.

    Il prodotto fresco e cremoso che ci invita a entrare nelle gelaterie per poterlo gustare, è il risultato di una miscela di ingredienti liquidi e solidi realizzata tramite macchine del freddo chiamate mantecatori. Gli ingredienti sono sia comuni (come latte, zucchero, frutta, panna, cacao, ecc.) sia ingredienti specifici per la preparazione del gelato (come basi, latte in polvere, tipi di zucchero alternativi a quello semolato, stabilizzanti, emulsionanti, ecc.). Scopriamo insieme i segreti di questo prodotto talmente buono che gli appassionati non riescono a farne a meno neanche in inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Gli ingredienti che si possono utilizzare per preparare il gelato professionale sono tantissimi e, nel caso del gelato artigianale, lasciano spazio alla creatività del gelatiere, che potrà variare le combinazioni e inventarne delle nuove per andare incontro ai gusti della propria clientela. Il prodotto finale è il risultato di una sapiente bilanciatura fra gli ingredienti comuni e quelli specifici per la gelateria, che si chiamano basi e che contengono i neutri più, a seconda del tipo di base, zuccheri, proteine del latte fino al grasso. Possono contenere inoltre: stabilizzanti ed emulsionanti necessari per rendere il gelato cremoso e per evitare quindi che si ghiacci; zuccheri alternativi a quello classico come il destrosio e il glucosio, che ammorbidiscono il gelato e, dosati in modo opportuno, lo rendono non troppo dolce; infine le fibre che servono a conferire al gelato una consistenza ottimale.

      Elimina

Random Ricette

My Ping in TotalPing.com Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook